STANCHI DI GIRARE PER RECUPARARE CIO' CHE VI SPETTA?
EUROVENETA INFORTUNISTICA STRADALE vi aiuta a recuperare i DANNI ANCHE PER CASI DI MALASANITA' e INFORTUNI DOMESTICI o SUL LUOGO DI LAVORO... leggi tutto

AVETE SUBITO UN INCIDENTE STRADALE?
Attenzione a non sottovalutare sintomatologie
che inizialmente possono essere anche di lieve entità!
EUROVENETA INFORTUNISTICA STRADALE vi aiuta a recuperare i DANNI fisici e morali,
anche con un l'indennizzo DIRETTO... leggi tutto

richiesta consulenza gratuita


EUROVENETA > Generali Italia Spa condannata a risarcire integralmente un danno!
L’obiezione dell’assicurazione riguardava i costi della manodopera applicati dalla carrozzeria scelta per riparare un veicolo danneggiato a seguito di un incidente stradale. “Eccessivi e superiori rispetto a quelli usualmente praticati dalle altre carrozzerie della zona”, sostengono quelli dell’assicurazione. In ogni Camera di Commercio provinciale però, sono depositate le documentazioni che attestano i parametri entro i quali devono collocarsi le richieste di rimborso praticabili dalle diverse organizzazioni artigiane e il Giudice di pace di Novara, dopo averle consultate, ha ritenuto che la contestazione relativa ai presunti “costi superiori praticati dalla carrozzeria in questione rispetto alle carrozzerie concorrenti”, mossa da Generali, fosse “un’eccezione astratta” e che, di conseguenza, la richiesta di rimborso relativa ai costi di manodopera della carrozzeria non fosse “eccessiva”, bensì “congrua”.
E Generali Assicurazioni deve pagare.

RC Auto. L'Antitrust boccia la clausola vessatoria presente nei contratti dell'Allianz A.N.E.LS. esprime soddisfazione e invita a segnalare eventuali violazioni delle Compagnie assicurative
L'automobilista, ha il diritto di avvalersi dell'assistenza di un professionista in caso di incidente e di risarcimenti. L'Antitrust si è pronunciata su questo punto, dichiarando la completa illiceità della clausola denominata "Accordo per la risoluzione delle controversie mediante ricorso alla procedura di conciliazione paritetica" che obbligava l'assicurato ad "...impegnarsi a non affidare la gestione del danno a soggetti terzi che operino professionalmente nel campo del patrocinio". Lo si legge nel Bollettino 46 del 27 dicembre 2016, dove è riportato il provvedimento nei confronti di Allianz Spa, l'Authority ha ritenuto vessatoria una clausola contrattuale opzionale prevista nei contratti RC Auto della Compagnia e ne ha imposto la cancellazione. Si legge, infatti, testualmente a pag 93 del citato Bollettino che"...la clausola in esame appare vessatoria ai sensi dell'mi. 33 comma l e comma 2 lettera f e lettera t del Codice del Consumo.. ". Nel Marzo 2016 l'Autorità Gm'ante della Concorrenza e del Mercato aveva avviato un'indagine conoscitiva nei confronti di Allianz Spa, per".pubblicità ingannevole e comparativa, pratiche commerciali scorrette, violazione dei diritti dei consumatori nei contratti, violazione del divieto di discriminazione e clausole vessatorie.". Viva soddisfazione è stata espressa da Giovanni Polato, Presidente di A.N.E.LS. - Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale. Alla luce della decisione della competente Authority, invito tutti i soci a proporre immediato reclamo all'IVASS ed all'ANTITRUST qualora le singole imprese di assicurazione non dovessero adeguarsi alla pronuncia dell'Antitrust".